FCR_activity report

F.C.R. Rapporto Attività SVOLTE – selezione

2015-16 – Partecipazione alla redazione del Piano di Azione Locale della città di Napoli, per lo sviluppo di politiche di inclusione delle popolazioni rom e sinte. Ente di supporto in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, Romact (CoE/EC).

09.2014–09.2015 – Diversity On The Job, programma per l’inserimento lavorativo di ragazze e ragazzi rom nei comuni di Eboli e Pontecagnano in provincia di Salerno. In partnership con Italia Lavoro, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) e la cooperativa sociali CIDIS.

16-18.07.2015 – Protocollo d’Intesa tra le città di Napoli e Călărasi per un sostegno alle comunità rom migranti. Incontro tra i sindaci De Magistris e Dragulin, Comune di Napoli.

16.05.2014 – Deposito in Cassazione della proposta di legge d’iniziativa popolare per il riconoscimento giuridico della minoranza storico-linguistica rom e sinta. Conferenza stampa nella Sala Rossa dell’Istituto Luigi Sturzo, via delle Coppelle 25, Roma.

08.04.2014 – Lancio della Campagna Nazionale per il riconoscimento giuridico della minoranza storico-linguistica rom e sinta in Italia.

12.03.2014 – Adesione alla Federazione Rom e Sinti Insieme.

09-10.2013 – Iniziative per un protocollo di cooperazione tra l’Ispettorato dell’Educazione della Contea di Calarasi in Romania e il Comune di Napoli, dipartimento di Educazione. L’obiettivo del protocollo prevede una maggiore efficienza nell’iscrizione e nell’accesso ad una educazione di qualità dei bambini rom di famiglie (residenti a Calarasi) in situazione di mobilità internazionale, al momento domiciliati a Napoli. Ed anche progettare e testare strumenti pedagogici innovativi e giochi per l’illustrazione di modelli in cui la cittadinanza dei bambini possa essere costruita ed espressa sulla base di differenti e parziali identità come quella culturale (come rom), locale (ad esempio di residenti di Calarasi e Napoli), nazionale (cittadini della Romania), europea (come cittadini europei) membri di una popolazione politicamente riconosciuta, etc.

16.09.2013 – Un approccio integrato ai recenti trend migratory; Il caso delle “migrazioni vantaggiose” nella cooperazione italo-rumena. Comune di Călărasi, Romania. (An integrated approach to the recent migration related trends; The case of ”beneficial migration” in the Italian-Romanian cooperation. Comune di Calarasi, Romania.

Nell’aula consiliare del Comune di Călărasi durante l’apetura dei lavori.

14.09.2013 – Tra Napoli e Călărasi – Aula Ovale – Dipartimento di Scienze Sociali – Univ. Federico II, Vico Monte di Pietà 1 – S.Biagio dei Librai – Napoli. Incontro pubblico sullo stato di avanzamento dei lavori di costruzione e di conoscenza delle realtà delle famiglie emigrate da Călărasi a Napoli. Mostra fotografica di di Maurizio Cimino e supporto audio di Stefania Persico (radiopopolare). Hanno artecipato: Enrica Morlicchio (dip. Scienze Sociali), Ivo Bajramovic (FCR), Paola e Antonio Romano (Caritas), Marco Brazzoduro (La Sapienza), Elena De Filippo e Carmen Faranau (Dedalus), Christina Harrison (ASL Napoli Nord), Dijana Pavlovic (consulta rom, Milano), Luciana De Pascale e Manuela Spanò (dip. Scienze Sociali), Alexander Valentino.

8-10.09.2013 – Un approccio integrato ai recenti trend migratori: Il Caso della Migrazione Positiva nella cooperazione italo-romena. Comune di Calarasi. Con lòa partecipazione tra i tanti del sindaco di Calarasi Dragulin, l’Ambasciatore italiano in Romania Diego Brasioli, Daniel Vasile (National Agency for Roma), Costel Bercus (Roma Education Fund), Prof. Vintila Mihailescu (SNSPA).

2013 in progress – Attività di sostegno per la partecipazione diretta delle comunità rom residenti a Napoli alle politiche comunali che li riguardano. Assessorato alle Politiche Sociali, Assessorato all’Istruzione.

9-11.04.2013 – “The Price of Roma Integration”, Dipartimento Scienze Sociali, Università Federico II, Vico Monte della Pietà 1. Seminario Internazionale. In partnership con il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli, con il Centro di Risorse, Documentazione e Ricerca sui Rom, SNSPA Bucarest, con il Network Europeo per la Ricerca e la Cooperazione sulle Questioni Rom e con PAKIV-Fondazione Europea e Gruppo di Riflessione Rom. Programma.

Nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienza Sociali. Da destra in prima fila: Alexandros Tsolakis, Nicolae Gheorghe, Andras Biro, Ciprian Necula, Nicoleta Biro, Elena Radu.

Da sinistra: Graziano Alilovic, Aldo Hudorovic, Demir Mustafa, Emil Costache, Vojcan Stojanov, Ion Dimitru, Elena  Radu.

3-7.09.2012 – Partecipazione al Forum Sociale Urbano con l’evento dibattito pubblico sui piani di sviluppo abitativi per i rom nella cornice della Strategia Nazionale per l’Integrazione dei Rom e dei Sinti.

08.06.2012 – Lancio dell’appello Campagna Ius Soli; l’appello (allegato) sostiene una Campagna di raccolta di firme per richiedere alle autorità italiane di sostenere la cittadinanza dei minori e dei giovani nati in Italia da genitori apolidi, giunti come rifugiati di guerra dai Paesi dell’ex Yugoslavia.

06.09.2012 – Incontro con Raquel Rolnik, Rappresentante Speciale per le Nazioni Unite per un Adeguata Sistemazione Abitativa (UN-Habitat). Visita nel quartiere rom di Scampia a Napoli e negli accampamenti di Giugliano in Campania.

02.06.2012 Giornata di Ricordo per le Deportazioni dei Rom Rumeni in trans-Istria durante il periodo nazista. Incontri ed attività con i rom rumeni residenti nelle “colonie rom” di Barra a Napoli.

Con Ciprian Necula durante nel campo spontaneo di Barra per ricordare le deportazioni nei campi di concentramento delle popolazioni rom in Romania

01.06.2012 – Giornata Internazionale per i Diritti del Bambino, animazione con bambini rom delle famiglie di provenienza bosniaca accampate a Giugliano nella provincia di Napoli.

Una donna in procinto di mettere la sua firma sul documento per il riconoscimento dello Ius Soli

06.2012 – Stesura e distribuzione del documento (allegato) che propone la Risoluzione del Parlamento Europeo per il Riconoscimento dell’Olocausto/Samudaripen/Porrajmos dei rom europei.

06.2012 – Un’iniziativa civica è stata condotta in collaborazione con le associazioni partner in Romania e Ungheria, richiedendo al Parlamento dell’Unione Europea di adottare una Risoluzione per il riconoscimento da parte dei Paesi Membri e dalle Istituzioni dell’Unione Europea del Genocidio dei Rom e dei Sinti durante la Seconda Guerra Mondiale. Questa iniziativa è stata fatta anche in supporto della Dichiarazione scritta del Parlamento Europeo per il riconoscimento del 2 Agosto come Giornata del Ricordo dell’Olocausto dei Rom.

12.05.2012 – Patto di partenariato con la Caritas di Napoli per progetti di supporto alle comunità rom.

08.04.2012 – Giornata Internazionale dei Rom. Visita ed animazione negli accampamenti rom di Gianturco, Ponticelli e Barra a Napoli.

06.12.2011 – Contributo scritto del e partecipazione di Ibrahim Hadzovic al dibattito sulle politiche svolte nei confronti dei rom alla Commissione dei Diritti dell’Uomo del Senato della Repubblica Italiana, Roma.

09-10.2011 – Raccomandazione per i signori Ibrahim Hadzovic e Paraska Muharem come partecipanti/tirocinanti al corso formativo RoMed per mediatori rom organizzato dal Consiglio d’Europa (CoE, 28-30 Settembre).

01.10.2011 – Facilitatori per gli incontri tra gli attivisti rom della Romania (partecipanti al seminario RoMed di Salerno) e le famiglie rom ed attivisti locali, durante le celebrazioni del Roma Day Pride 1 Ottobre 2011. Incontri e dibattiti sono stati organizzati a Ponticelli, Barra e Gianturco, campi spontanei di rom rumeni a Napoli.

12.01.2012 – Inscrizione del F.C.R. alla Consulta delle Organizzazioni Rom all’UNAR, Punto di Contatto Nazionale per la Strategia Europea per i rom.

01-03.2012 – Sessioni Plenarie del FCR al Forum Universale delle Culture, ex Asilo Filangieri.